Sportelli di aiuto alla vittime “Non da soli”

Gli sportelli di aiuto alle vittime dei reati “Non da Soli” sono attivi sul territorio comunale dal 1997 e attualmente sono 3:

Presso Centro Sociale  Anziani e Orti San Faustino

via Leonardo Da Vinci, 158 – 41126 Modena
Tel. 059 – 827998  Fax 059 – 8303506
dal lunedì al venerdì 9- 11.00

email: nondasoli.sfaustino@comune.modena.it

Presso Centro Sociale  Anziani e Orti Buon Pastore
Via Panni , 202 – 41125 Modena
Tel. 059 – 390431  Fax 059 – 390384
dal lunedì al venerdì 9 -11.30
email: nondasoli.bpastore@comune.modena.it

Presso Comitato Cittadini Modena Est
P.zza Liberazione 13 – 41122 Modena
Tel – fax 059 – 284109

dal lunedì al venerdì 10 – 12
email: nondasoli.modenaest@comune.modena.it

Sono gestiti da volontari con il coordinamento del Comune di Modena – Ufficio Politiche per la Legalità e le Sicurezze:

  • gestiscono il Fondo per il risarcimento alle vittime di reato
  • forniscono chiarimenti su come duplicare nella maniera più veloce i documenti più facilmente soggetti a furto (patente, libretto di circolazione, targhe ecc),
  • collaborano alla realizzazione di campagne informative sulla prevenzione dei reati
  • offrono sostegno psicologico, attraverso l’invio ai servizi che offrono un sostegno psicologico di tipo professionale (Azienda USL – servizio di Psicologia) e consigli di carattere legale (in collaborazione con Federconsumatori).

Tutte le informazioni su come fare per avere un risarcimento nel caso si sia vittime di alcuni reati sono presenti nel volantino “Non da soli”e nel Regolamento del Fondo per il risarcimento alle vittime di reato
Volantino Non da Soli

Regolamento

Domanda di risarcimento

 

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Trasferimento

DAL 1° MARZO 2017, CONFCONSUMATORI MODENA SI TRASFERIRA’ IN VIA VIGNOLESE, 849 – 41124 MODENA (centro commerciale i gelsi 1° piano) RESTA LO STESSO NUMERO DI TELEFONO ED EMAIL

TEL. 059/747 67 76     EMAIL: CONSUMATORIMODENA@GMAIL.COM

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Rivalutazione trattamento pensionistico 2012-2013

LA TUA PENSIONE È PARI O SUPERIORE A 1.129,27 EURO NETTI?

HAI TEMPO FINO AL 31 DICEMBRE PER SCRIVERE UNA LETTERA ALL’INPS E POI FARE RICORSO PER RECUPERARE L’ADEGUAMENTO A INFLAZIONE E INTERESSI.

Fino al 31 Dicembre 2011 tutte le pensioni, a prescindere dal loro ammontare, venivano annualmente rivalutate – con espressione tecnica – perequate all’aumento del costo della vita, ossia all’inflazione (+2,7% nel 2012 e +3% nel 2013).

La rivalutazione è stata bloccata dalla Legge Fornero che con sentenza n. 70 del 2015 la Corte Costituzionale ha dichiarato illegittima, imponendo all’INPS (e ai Fondi Integrativi) il ripristino della perequazione per le pensioni superiori al triplo del trattamento minimo anche per gli anni 2012 e 2013 con aumento della pensione mensile e pagamento degli arretrati dal 1 gennaio 2012.

Sennonché con successivo decreto legge (n. 65/2015), il Governo ha ridotto pesantemente ed in alcuni casi escluso totalmente gli aumenti e gli arretrati dovuti in forza della perequazione per gli anni 2012/2013 ripristinata dalla Corte Costituzionale.

Tale decreto è evidentemente incostituzionale tanto che sono già numerosi i Tribunali e le Corti dei Conti che hanno rimesso la questione alla Corte Costituzionale.

Dalla palese incostituzionalità dello stesso discende che tutti i pensionati che nel 2012 e 2013 hanno percepito una pensione complessiva (incluse anche le eventuali pensioni integrative e di reversibilità) superiori a 1.405,05 lordi mensili (pari a circa 1.129,27 netti) potranno agire in giudizio e chiedere la restituzione di quanto illegittimamente trattenuto dall’INPS.

Per effetto dell’accoglimento del ricorso al pensionato spetteranno sia l’aumento mensile che gli arretrati dal 1 gennaio 2012 in avanti oltre interessi e rivalutazione.

ESEMPIO SU UNA PENSIONE DA €1.250 NETTI AL MESE

A titolo esemplificativo ad un pensionato che nel 2011 percepiva una pensione di 1.250,00 euro netti spetteranno per il periodo 2012–2016 circa € 3.100,00 netti di rimborso.

Oltre a ciò, l’ammontare mensile netto della sua pensione al 31 dicembre 2016 sarà di circa 1.315,64 euro netti anziché di € 1.266,00 applicando quanto disposto dal Decreto Legge 65/2015.

COSA FARE PER AVERE QUESTI RISULTATI?

Per prima cosa bisogna interrompere la prescrizione quinquennale inviando entro il 31 dicembre 2016 all’INPS, tramite raccomandata A/R, una richiesta di rivalutazione del trattamento pensionistico per gli anni 2012 e 2013 e relativo adeguamento per le annualità successive.

FAC-SIMILI

pensioni-inferiori

pensioni-superiori

Pubblicato in NEWS, Servizi al cittadino, Uncategorized | Lascia un commento

Invito_lf mediolanum

DAL 6 LUGLIO 2015 CONFCONSUMATORI

HA TRASFERITO I PROPRI UFFICI

IN VIALE CORASSORI N. 72 PRESSO IL DIREZIONALE QUADRIFOGLIO

TEL. 059.7476776-777 – FAX 0597476789

 PER ASSISTENZA LEGALE : AVV.TO A.ZEPPELLI 3922951925

CON CONFCONSUMATORI CI SARANNO ANCHE GLI UFFICI DEL PATRONATO EPASA E DEL CAF CNA; I NOSTRI SOCI POTRANNO USUFRUIRE DI TUTTI I SERVIZI UTILI AI CITTADINI:

PRATICHE DI PENSIONE, INVALIDITA’ CIVILE, ISE, RED, BONUS, STRANIERIORARIO APERTURA DEGLI UFFICI  (ASSISTENZA SU APPUNTAMENTO)

Mattina:             lunedì, mercoledì e giovedì dalle ore 9,30 alle 12,00

Pomeriggio:       martedì e giovedì dalle 15,30 alle 18,00

Email: consumatorimo@gmail.com

 

nuova sede epasa modena

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

ORARI DI APERTURA

Ricevimento consumatori:
Mattino: dal lunedì, mercoledi, giovedi dalle 9,30 alle 12,30 
Pomeriggio: lunedì e giovedì dalle 15.30 alle 18.00
Dal 15/7/2016 al 4/8/2016  l’apertura dell’ufficio è limitata al martedì e giovedì pomeriggio
dal 5/8/2016 al 31/8/2016 siamo chiusi per ferie
Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Anziani e Alzheimer: chi paga la retta?

screedbot

Confconsumatori sostiene  che i malati di Alzheimer non devono pagare la retta per il ricovero

La Corte di Cassazione, con sentenza n. 4558 del 22 marzo 2012, ha stabilito che le case di cure convenzionate non possano far pagare al malato o al parente la retta per il ricovero di una persona affetta dal morbo di Alzheimer poiché la retta deve essere a carico del Servizio sanitario regionale.

Pubblicato in Confconsumatori, Uncategorized | Lascia un commento

NUOVI SERVIZI ALLO SPORTELLO DI CONFCONSUMATORI

– Presentazione istanze a difesa dei privati e delle famiglie in situazione di eccessivo indebitamento;

– Pratiche per la riabilitazione delle persone protestate;

– Istanze contro la richiesta del pagamento delle rette dovute da anziani ricoverati in strutture pubbliche affetti dal morbo di  alzhaimer;

– Istanze a tutela di familiari di invalidi a fronte delle richieste di pagamento di rette per il ricovero in case di riposo

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Nuova Convenzione tra CONFCONSUMATORI e FABI DI MODENA

È stata firmata oggi dai rispettivi presidenti una Convenzione tra CONFCONSUMATORI e FABI DI MODENA che assicura ai bancari del sindacato FABI di Modena i servizi di Confconsumatori in difesa di truffe, raggiri o semplici disservizi da parte di aziende pubbliche e private. Tali servizi saranno gratuiti per gli iscritti allo storico e grande sindacato bancario e avranno lo scopo di assisterli nella soluzione dei problemi che li vedono coinvolti in qualità di consumatori, un apporto che consentirà loro di accedere ai servizi di consulenza prestati da CONFCONSUMATORI, come loro associati a tutti gli effetti.

CONFCONSUMATORI è una delle più attive e note associazioni italiane per la tutela dei consumatori, le aree principali di intervento sono: sicurezza alimentare e salute, diritti economici e contrattuali, servizi finanziari e assicurativi, utenze domestiche (telefonia e telecomunicazioni, energia, acqua, internet), tutela dei dati personali.

Gli iscritti alla FABI di Modena potranno beneficiare GRATUITAMENTE di:

Ø Consulenza verbale e telefonica con il personale dello sportello e con avvocati specializzati in problemi di consumerismo (previo appuntamento telefonico) ;

Ø Apertura n.1 pratica che verrà istruita e gestita in via stragiudiziale unitamente ai legali dell’associazione. Resteranno a carico dell’associato eventuali spese postali per l’invio di raccomandate e simili ;

Ø Le pratiche successive alla prima verranno istruite al costo di €. 8,00 cadauna, oltre ad eventuali spese postali.

Questa convenzione si aggiunge alle altre tre già firmate nel recente passato con Aics, Cna pensionati e Polivalente 87 & Gino Pini.

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Confconsumatori Modena cambia sede

Si informano i cittadini che Confconsumatori Modena si è trasferita da via Ciro Menotti in Via vignolese, 849, al primo piano a destra (sopra il Centro Commerciale i Gelsi) presso CNA Pensionati.

Nella nuova sede saranno garantiti maggiori servizi e maggiori saranno i giorni e le ore di apertura.

telefono 059/368.71.53

e-mail: confconsumatori@mo.cna.it

REFERENTI: Rino Costa Zaccarelli e Mario Poltronieri

ORARI DI APERTURA

Mattina:lunedi, mercoledi e giovedi dalle ore 9,30 alle 12,00

Pomeriggio: martedi e venerdi dalle 15,30 alle 18,00

per consulenze complesse è meglio fissare un appuntamento

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

DAL NAZIONALE…

  1. BOND ARGENTINA: buone notizie per i risparmiatori “traditi”: la Corte di Cassazione ha, di fatto, riaperto i termini di prescrizione per le azioni civili nei confronti delle banche che hanno alienato i c.d. Tango Bond. Allego un comunicato e un articolo di approfondimento dell’avvocato Giovanni Franchi di Confconsumatori Parma. L’articolo (che allego con relativo comunicato) è scaricabile gratuitamente dal nostro sito: http://www.confconsumatori.it/?p=4540 ;
  2. BUONI POSTALI: molti possessori di buoni postali, emessi nel 1983, hanno appreso alla scadenza che gli interessi agli stessi spettanti sono di gran lunga inferiori rispetto alle somme riportate nel retro del titolo, in virtù del decreto ministeriale del 13 giugno 1986 con il quale è stato deciso un taglio retroattivo dei tassi di interesse per una serie di buoni postali.Confconsumatori al momento consiglia di non firmare la liberatoria che, al momento dell’incasso, Poste Italiane richiede al possessore del titolo. Allego comunicato disponibilie anche sul sito http://www.confconsumatori.it/?p=4520;
  3. PARMALAT AZIONI:  allego un comunicato riguardante una recentissima ordinanza in materia di azioni Parmalat ottenuta a Parma a meno di un anno da ricorso. È una delle prime volte che la giurisprudenza si occupa di acquisti non di obbligazioni, ma di azioni Parmalat: un parmigiano è stato risarcito della perdita dei risparmi (circa 110 mila euro) avvenuta a seguito dell’acquisto di azioni in prossimità del crack. L’ordinanza è scaricabile dal nostro sito: http://www.confconsumatori.it/?p=4512.

Ulteriori aggiornamenti sul sito www.confconsumatori.it e sulla pagina di Facebook: www.facebook.com/Confconsumatori

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento